fbpx

Tutti i vantaggi dell’iscrizione all’ASI

Bollo dimezzato, polizza assicurativa scontata e aumento di valore

Per i più appassionati possedere un’auto d’epoca è un vero onore, è come avere la responsabilità di un pezzo di storia.   Tra le varie peculiarità di questi veicoli c’è indubbiamente il particolare calcolo dell’assicurazione auto d’epoca a differenza dei veicoli di recente produzione.

  I diversi aspetti peculiari di questo tipo di vetture influenza notevolmente il calcolo dell’assicurazione, infatti il premio da pagare è inferiore rispetto a quanto richiesto per le vetture tradizionali ovvero quelle non classificate come d’epoca. Le compagnie infatti applicano sconti e agevolazioni, un’assicurazione auto d’epoca costa in media tra il 50 il 70% di meno.

Questi calcoli ovviamente variano da compagnia a compagnia, ma in linea di massima è consigliabile stipulare una polizza annuale per assicurarsi una scontistica maggiore. Fermo restando l’obbligo di sottoscrizione di una polizza di base ovvero la cosiddetta Responsabilità civile, il proprietario del mezzo deve essere iscritto all’Asi, o in certi casi, è sufficiente essere iscritto a un club.

L’iscrizione della vettura al registro Asi non è obbligatoria, tuttavia registrandola è possibile usufruire di una serie di vantaggi fiscali.

Quando si parla di auto storiche si fa riferimento a tutti quei veicoli da collezione, ancora funzionanti, che hanno oltre 20 anni di età e risultano iscritti ai registri dell’ASI, ossia l’Automotoclub Storico Italiano. Per iscrivere un’auto d’epoca all’ASI occorre chiedere il Certificato di Rilevanza Storico Collezionistica e l’Attestato di Datazione e Storicità al Dipartimento per i Trasporti Terrestri.

I vantaggi dell’iscrizione sono che se l’auto ha un’età compresa tra i 20 e i 29 anni dalla data di immatricolazione ed è iscritta all’ASI, l’importo del bollo auto è dimezzato. Inoltre, questi veicoli possono beneficiare di una speciale tipologia di copertura assicurativa a prezzi più vantaggiosi. Infine, un’auto iscritta all’ASI ha un’importanza storica e culturale e questo aumenta la sua valutazione e il guadagno in caso di vendita.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *